“Quando…mi è sembrato di morire (per la prima volta).”

Era il 24.11.17 : stavo dando alla luce la mia prima figlia, Rebecca.

Ricordo che era notte, sfinita ed esausta dopo un paio di ore di travaglio breve ma intenso, mi trasferirono in sala operatoria perché in sala parto, a causa dei forti dolori e di una spaventosa ansia che si era impossessata di me, non riuscivo a portare a termine questo mio grande compito.

In quattro a tenermi ferma per facilitare all’ostetrico quello che avrebbe fatto di li a poco. Nel giro di pochi minuti, ho come avuto la percezione che il mio corpo mi stesse abbandonando: oltre all’indiscutibile verità che mi stavo dissanguando a causa della lacerazione provocata dal corpicino di appena 3.740 kg spinta fuori come si lancia un missile, tutto attorno a me iniziai a percepirlo lontano anni luce.

Non piangevo né urlavo né riuscivo a emettere nemmeno un respiro (almeno così sembrava a me). In una frazione di secondo mi sentii attratta da una luce così accecante e abbracciata da una sensazione di pace e tranquillità che sicuramente stonava tantissimo con tutto il resto.

Chiusi gli occhi, tranquilla, consapevole di quello che poteva significare tutto questo. Non ricordo di aver sognato né ricordo altro: in me, la possibilità di una triste ed amara verità stava iniziando a farsi strada. Ebbi un vuoto di ore e, quando riaprì gli occhi, percepì la realtà in modo diverso: come se in quel momento io fossi rinata.

Provo a sforzarmi di ricordare qualcosa, anche un misero dettaglio: nulla, ma va bene così.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: