Venerdì 17.

É venerdì 17 e sicuramente, quando la fortuna distribuiva baci, abbiamo fatto la fila sbagliata. Sono sempre stata molto scaramantica, ma da quando ho dato alla luce te, durante un eclissi lunare in una notte magica di luglio, era proprio il 17 ed è da quel giorno che tutto è cambiato.
Saranno casualità, coincidenze o forse non è proprio niente.. ma non voglio più credere nella sfiga né nella fortuna.
Voglio solo trovare sempre qualcosa di positivo anche nella situazione più disparata. Sono giorni complicati persino da ripercorrere per quanto li reputo intensi, ma da quando hai riaperto gli occhi martedì sera e con la tua solita lucidità mi hai richiamata dallo sconforto in cui stavo annegando per indicarmi di pulirti il nasino hai dimostrato una tenacia ed una forza non indifferente, come anche adesso che a tutti i costi hai voluto che provassi a prenderti in braccio e tu stesso mi hai detto “no mamma giù! braccio dopo, ora no ahia!”.
Quindi, visto e considerato le piccole ma belle notizie che ci hanno dato oggi (come la rimozione del drenaggio, l’ok dell’eco postoperatoria e il tuo appetito decisamente ritornato) ho voluto premiare con il gelato la nostra pazienza e la nostra forza che oggi è stata messa a dura prova (soprattutto la mia).
Tu sicuramente ne uscirai più forte, io più distrutta ma insieme ci completeremo.

6 risposte a “Venerdì 17.”

  1. Buona Domenica naturalmente anche al tuo bel bambino a cui estendo anche i mie più sinceri auguri di una pronta e completa guarigione. Adesso capisco la tua depressione, scusami ma non lo sapevo. Vedrai come ho già avuto occasione di dirti, la tua mezzanotte è passata e sei sulla strada giusta per vivere la tua giornata radiosa come meriti, naturalmente insieme al tuo bambino ed a tutte le persone che ti sono care. Auguri.

    Piace a 2 people

  2. Brava, sii forte, e continua ad essere coraggiosa ed orgogliosa di te, del tuo bimbo, della vostra vita. No, non è nè sfiga nè un senso di colpa da insabbiare o pensieri troppo lontani da fare: ho scoperto che a tutto c’è un motivo, anche se lo scopriremo solo… alla fine. Tutto questo si chiama vita, e non bisogna dimenticarsi di quanto sia bello il mondo che, nonostante tutto, ci accoglie e continua a girare per noi. (L’ho un pò romanzata e parafrasata ma è il senso di ciò che mi è stato detto da uno psicoterapeuta in un momento di grande dolore).

    Le cose andranno sempre meglio, e a tutto c’è almeno un altro punto di vista da cui prendere la prospettiva.
    Un bacio a te e un abbraccio soffice a lui

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: